sabato 10 ottobre 2009

Mousse leggera al moscato e tarte tatin

Piccola trasgressione alla dieta delle 3D: d'altronde quando si hanno ospiti a cena si può anche fare un piccolo strappo alla regola, no?!
Beh, il mio strappo doveva limitarsi alla mousse light al moscato, poi però mentre nella cucina si spargeva questo buon profumino di moscato ho pensato che forse anche delle mele avrebbero potuto far parte del mio dessert, così, mentre contavo le mele presenti nel caos del mio frigo mi è caduto addosso un rotolo di pasta sfoglia, e si sa, quando sfoglia chiama, Gloria risponde!
Una nota: nonostante queste foto notturne per nulla belle, sia la mousse che la tarte erano buonissime e i miei ospiti hanno spazzolato via tutto, seguendo ovviamente il mio buon esempio :-)

Mousse leggera al moscato

Ingredienti:
170 g di yogurt greco
2 albumi
mezzo bicchiere di moscato - o poco più
2 cucchiai rasi di zucchero
1 cucchiaino di agar agar

In un pentolino scaldare il moscato con lo zucchero a fiamma bassa, aggiungere poi l'agar agar, già diluito in pochissima acqua e continuare a far scaldare il tutto a fiamma bassa per 5 minuti; nel frattempo montare gli albumi a neve ben ferma, aggiungere delicatamente lo yogurt e infine aggiungere l'intruglio al moscato. Mescolare delicatamente la mousse e tenerla in frigo fino al momento di servirla.


Tarte tatin

Ingredienti:
un rotolo di pasta sfoglia
4 mele
120 g di burro
100 g di zucchero

In una padella scaldare il burro e lo zucchero, aggiungere poi le mele pelate e tagliate a spicchi e far carammellare per qualche minuto. Imburrare il fondo di una tortiera, trasferirvi il composto di mele e caramello in modo da non lasciare spazi e ricoprire tutto con la pasta sfoglia bucherellata premendo bene ai bordi. Infornare in forno caldo a 180° per 25 minuti circa. Quando la tarte tatin è pronta farla raffreddare per qualche minuto, rovesciarla poi in un piatto di portata con un movimento veloce e sicuro (in modo che non si rompa). Servire tiepida con la mousse al moscato e se piace con una spolverata di cannella.

2 commenti:

giorgia ha detto...

Questa Tarte Tatin spacca tutto.
io c'ero e posso testimoniare.

poi con quella mousse a fianco...
Gloria ne voglio ancora!

Anonimo ha detto...

Ma quella non è una Tarte Tatin.... perché:
1 - la tarte Tatin si fa con la paste brisé e non con la pasta sfoglia.
2 - la tarte Tatin si fa con le mele di sotto adagiate su uno stampo in cui abbiamo fatto xcaramellare burro e zucchero, poi abbiamo fatto asciugare le mele, poi ci abbiamo messo ancora un po' di sciroppo di zucchero, quindi la pasta di sopra, e ancora in forno, poi la giriamo velocissimamente (altrimenti non si stacca più dallo stampo)...
sarà una buona torta di mele, ma non chiamatela tarte tatin, per carità!

Posta un commento