martedì 30 marzo 2010

Lasagna di primavera con carote


Ieri pomeriggio al lavoro, un mio collega mi ha fatto un inaspettato e bellissimo regalo presentandomi Gualtiero Marchesi. Io, che non mi faccio mai impressionare da questo genere di incontri, mi sono emozionata come una bambina davanti a Babbo Natale, ho assunto la classica faccia da babba - qui Babbo Natale non c'entra nulla! - e ho blaterato qualcosa... é stato un simpatico e breve scambio di battute, che di sicuro ha contribuito a colorare ulteriormente questa settimana!
Queste lasagne con c'entrano assolutamente nulla con Marchesi - così come niente della mia cucina ;) - ma sono particolari, primaverili e buone, anche se la prossima volta vorrei aggiungere qualcosa per migliorarle. Ho letto la ricetta su Cucina Naturale e come spesso accade ho modificato qualche cosa....
A proposito di ricette tratte da riviste, capita solo a me di trovare le dosi scritte eccessivamente striminzite?!

Ingredienti per 4 persone:
250 g di pasta fresca all'uovo per lasagne
circa 10 carote abbastanza grandi
10 foglie di salvia
uno scalogno
340 g di yogurt greco
200 g di scamorza affumicata
sale
olio

Pelare le carote e cuocerle intere in acqua bollente salata finchè non saranno tenere; scolarle conservando l'acqua di cottura, farle raffreddare e tagliarle a piccoli dadini. Far rosolare in un filo d'olio lo scalogno tritato, aggiungere poi la salvia tritata e i dadini di carote, facendo saltare il tutto per qualche minuto; frullare lo yogurt con parte della dadolata di carote e salvia fino ad avere una crema morbida - la ricetta dice di aggiungere del latte ma io non l'ho trovato necessario. Aggiungere nell'acqua di cottura delle carote dell'olio e sbollentare poche sfoglie di lasagna alla volta, ponendole poi su un telo ad asciugare (olio serve per non farle attaccare fra di loro). Oleare il fondo di una pirofila e sistemare uno strato di pasta sfoglia, ricoprire con la crema di yogurt, qualche cucchiaio di dadolata di carote e un pò di scamorza affumicata; continuare gli strati in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti e cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti.

10 commenti:

RicetteAmoreFantasia ha detto...

Si piatto semplice e primaverile, mette buon'umore a vedere...credo anche a mangialo
Buona giornata

Alem ha detto...

nooo.. succede anche a me! o meglio a mio marito!!! :)
che belle queste lasagne!

Micaela ha detto...

Stupendo questo piatto!!! proverò anche questa versione allora! baci

paolo ha detto...

grande emozione consocere il Maestro..
belle le tue lasagne..almeno nel piatto un po' di primavera

meringhe ha detto...

Eh scusa ma che lavoro fai che ti permette di trovarti davanti così all'improvviso personaggi così?! Io non so neanche come avrei reagito, probabilmente avrei fatto una figura ben peggiore della tua, oppure magari mi sarei messa a blaterare su quel poco che so dei suoi piatti storici peggiorando le cose!
Faccio spesso anche io le ricette di cucina naturale, però al dilà delle dosi, spesso trovo proprio che manchi qualcosa nel sapore, olio? Burro? spezie? non lo so. D'altra parte la loro vocazione light devono pur mantenerla...ciao bella a presto

terry ha detto...

Stupenda...davvero diversa dal solito e primaverile...ad hoc la salvia!!!
da rifare!
bacioni!

manuela e silvia ha detto...

Bella questa lasagna!!colorata e molto leggera! non abbiamo mai provato a metterci lo yogurt...originale!!
baci baci

Fiordilatte ha detto...

OOOOOOOOOOh Marchesi! Che bello dev'essere stato conoscerlo :) E' un mito!!! Ma lavori nella ristorazione?

ps interessanti le lasagne ma qui a casa senza ragù e besciamella me le bocciano sempre :(

BreadandBreakfast ha detto...

ma che bella esperienza! classica la faccia da babba, ma penso che i grandi ci siano un po' abituati, e penso che loro quando erano cuochetti in erba l'abbiano fatto a loro volta davanti al grande chef di turno! :D le lasagne sono bellissime a vedersi e sicuramente anche a mangiarsi! :)

Gloria ha detto...

@Meringhe: il fatto è che lavoro in uno shop vicino al suo ristorante ;) Hai ragione su cucina naturale, a volte esagerano con la vocazione light e si sente! Spesso aumento le loro dosi anche per questo, se no addio sapori!
@Fiorilatte: purtroppo no, non lavoro nella ristorazione :( Pensa che da quando l'ho conosciuto continuo a vederlo in negozio, la prossima volta gli chiedo se mi prende come pelapatate!

Grazie a tutti di essere passati e per l'apprezzamento!

Posta un commento