lunedì 22 marzo 2010

Frizzuli con mollica e peperone crusco



Oggi niente piatto primaverile, qui la primavera non si è proprio vista da quando calendaristicamente è iniziata!
I frizzuli sono un formato di pasta lucano realizzato con un ferretto. Ricordo che mia nonna ogni tanto li faceva... io ho provato a farli. Non so se la forma originale sia proprio questa, però so che questi erano proprio buoni, anche perchè fatti con la semola Senatore Cappelli  - davvero meravigliosa - presa da Angela. Questa ricetta è - of course - tipica della cucina lucana... per quanto riguarda il procedimento non metetrei la mano sul fuoco, ne ho trovate diverse versioni online e alla fine ho fatto un pò  modo mio!
Purtroppo oggi sono di poche parole, la settimana non è iniziata nel migliore dei modi e il mio umore è alquanto antipatico... mi auguro che cambi presto, quando sono così non sopporto nemmeno me stessa. Per fortuna stasera andrò all'evento Voiello con Davide Oldani, sicuramente l'umore migliorerà!

Ingredienti:
200 g di semola di grano duro Senatore Cappelli
sale
acqua quanto basta
uno spicchio d'aglio
pane raffermo
un cucchiaio di peperone crusco macinato
olio extravergine d'oliva

Preparare i frizzuli impastando per 15 minuti  la semola con un pizzico di sale ed abbastanza acqua da avere un impasto liscio e abbastanza duro, poi far riposare l'impasto per almeno 30 minuti. Formare dei serpentelli di pasta di circa un centimetro di diametro e 4 -5 cm di lunghezza, posizionare un ferretto (la prima volta io ho usato uno stecchino da spiedino piuttosto spesso) obliquo e farlo scivolare per un paio di volte avanti e indietro sulla spianatoia, sfilare poi il ferretto e ripetere l'operazione per realizzare gli altri, dopo ciò far riposare i frizzuli per almeno 20 minuti.
Mentre in seguito i frizzuli saranno in pentola  - dovranno cuocere per circa una decina di minuti - preparare il condimento facendo imbiondire in una padella lo spicchio d'aglio con dell'olio, eliminare poi l'aglio e aggiungere il pane raffermo sminuzzato, completando con il macinato di peperone crusco e togliere dal fuoco dopo pochi minuti - si deve solo tostare, non cuocere! Aggiungere quindi i frizzuli cotti e scolati e servire a tavola.

5 commenti:

Micaela ha detto...

buonissima questa ricetta, me la segno! anche qui la primavera non arriva ancora!!

Tania ha detto...

Un amico mi ha parlato molto dei peperoni cruschi ma peccato non sapesse suggerirmi qualche ricetta in cui utilizzarli! Prendo spunto da te, grazie!
Spero tanto che ti torni presto il buon'umore!

Fra ha detto...

mi piace un sacco questo formato di pasta credo che proverò a farli! Anche qui la primavera si fa attendere e l'umore ne risente alla grande :( speriamo davvero che cambi in fretta ho rischio di mangiarmi qualcuno!
Un bacione
fra

Ago ha detto...

Certo che l'umore migliorerà Gloria! Divertiti e non pensare a cose storte ;-)
Questo primo deve essere super, tra pasta d'alto livello e peperoni cruschi, che sono molto curiosa di assaggiare, m'immagino che bontà!
Bacioni
Ago :-D

Onde99 ha detto...

Idem: settimana partita malissimo, mi sento fiacca e anche un filo antipatichina... però un bel piatto di pasta come questo ti rimette al mondo, no, che dici?

Posta un commento