venerdì 2 aprile 2010

Lemon curd, o quel che ne rimane


Della mia piccola e semplice torta di compleanno sono rimaste solo le briciole... Si è trattato di un semplice esperimento riuscito, che rifarò perchè ne vale davvero la pena! Però prima di Pasqua volevo lasciarvi con questo lemon curd che da queste parti ha riscosso molto successo prima di essere divorato da Qualcuno... inizialmente è stato fatto per regalarlo ad un'amica, poi subito replicato per farcire la mia crostata di precompleanno (per la serie non ci facciamo mancare nulla!), infine è stato spalmato da Qualcuno dentro i croissant di ieri!
Ammetto che il lemon curd mi incuriosiva ma allo stesso tempo ero trattai in inganno dalla presenza di uova e burro... Una volta provato però, ho scoperto di non riuscire a staccarmene!
La ricetta è presa pari pari da Sigrid, un consiglio: provatelo!

Ingredienti:
la scorza grattuggiata di 2 limoni bio
1 dl di succo di limone
150 g di zucchero
4 uova
un cucchiaio di amido di mais
100 g di burro di centrifuga

Lavare bene i limone e grattuggiarne la scorza; diluire l'amido di mais nel succo di limone. Versare poi il succo in una ciotola resistente al calore ed aggiungervi la scorza, lo zucchero, il burro a pezzi e le uova; sistemare la ciotola su un pentolino con dell'acqua a fuoco medio-basso (l'acqua non deve toccare la ciotola e deve bollire ma non in maniera forte). Mescolare continuamente finchè la crema diventerà densa - nel mio caso sono bastati circa 15 - 20 minuti - versare il lemon curd caldo in vasetti precedentemente sterilizzati con acqua bollente, lasciar raffreddare e conservare in frigo. Dura circa 10 giorni (in casa mia molto meno!); con queste dosi si riempie un vaso medio grande o 2 piccoli.

3 commenti:

terry ha detto...

Ah che droga!!! meravigliosa lemon curd!!! capisco perchè non ne è restata molta!!!
augurissimi mia cara! passa una serena Pasqua!

Gloria ha detto...

Grazie e buona Pasqua anche a te!

Onde99 ha detto...

Anche per me il lemon curd è una vera droga!

Posta un commento