giovedì 10 dicembre 2009

Mou muffins?


Eccomi tornata ai miei cari e vecchi fornelli.
L'ultima volta che sono andata a fare la spesa ho trovato un burro francese salato e, dato che come al solito quando faccio la spesa da sola compro anche le cose che Qualcuno giudica inutili, l'ho comprato. Non avendo avuto molto tempo per cercare qualcosa di originale per utilizzarlo mi sono fermata al primo spunto, ovvero un caramello mou al burro salato... Premessa: la prima e ultima volta che ho provato a fare un caramello - anni fa - ho bruciato un pentolino, e da quel giorno non mi sono più cimentata. Facendo una commistione tra varie preparazioni lette alla fine ho usato delle dosi a casaccio, ma il risultato è stato molto buono. Dopo aver assaggiato un pò di cucchiaini (un bel pò) ho pensato a come impiegarlo nel poco tempo che mi rimaneva prima di fiondarmi al lavoro... La mia idea geniale è stata quella di fare dei semplici muffins con un cuore di mou; essendo ignorante in materia ero davvero convinta che dentro il mio caramello mou sarebbe rimasto goloso e voluttuoso, cosa assolutamente impossibile. Il risultato sono stati questi muffin con la crosticina caramellata e un sapore buono e delicato, con il vago sentore di quelle caramelle mou che da piccola adoravo.

Ingredienti per 12 muffins:
400 g di farina
una bustina di cremor tartaro
90  di zucchero di canna
40 g di cacao amaro
un uovo
50 g di olio extravergine d'oliva leggero e fruttato
un bicchiere di latte

per il caramello mou:
 2 cucchiai colmi di zucchero di canna
6 cucchiai di panna fresca
30 g di burro salato

Preparare il caramello: mettere lo zucchero in un pentolino a fuoco medio finchè non inizia a colorarsi. Quando sarà color nocciola (non deve essere più scuro!) aggiungere poco alla volta la panna, lasciando cuocere a fuoco molto basso per un minuto circa, mescolando continuamente. Spegnere il fuoco, unire il burro e farlo sciogliere mescolando; deve essere morbido e denso allo stesso tempo. Lasciare raffreddare.
Preparare i muffin separando gli ingredienti secchi da quelli umidi: in una ciotola amalgamare bene la farina e il cacao con il cremor tartaro e lo zucchero; nell'altra ciotola sbattere l'uovo con il latte e l'olio. Unire gli ingredienti mescolando rapidamente.
Versare una parte dell'impasto nei pirottini, aggiungere poi un cucchiaino di mou caramello, coprire con un cucchiaio dell'impasto e completare con un altro cucchiaino di mou. Cuocere in forno caldo a 170° per circa 20 minuti.

9 commenti:

iana ha detto...

Io la prima volta che feci il caramello lo versai sul davanzale di marmo a casa dei miei dove allora vivevo. Stavamo facendo una festa di quelle mega (i miei erano partiti!) e alla fine ci siamo ritrovati a passare la notte a cercare di scrostare quel cavolo di davanzale, un incubo, non lo dimenticherò mai!!! ;)
Devono essere deliziosi questi muffins

Gloria ha detto...

Ahaha, anche io non dimenticherò mai quel povero pentolino bruciato... Sai che anche io quando avevo provato a fare il caramello ero a casa da sola?! curioso..

Ago ha detto...

Beh Gloria, il cuore morbidoso magari non è rimasto, ma pensare a dei muffins che sanno dolcemente di mou e con la crosticina caramellata...mmmmhhh che buoniiiiii!!! :-D

Ago ha detto...

Gloria stavo pensando che per far rimanere il cuore morbido, avresti dovuto congelare il mou, magari nelle formine del ghiaccio e poi metterne un quadretto nella formina, dentro all'impasto...

Gloria ha detto...

Grazie Ago, la prossima volta provo a fare come mi hai suggerito, non ci sarei mai arrivata! ti farò sapere, grazie mille!

Onde99 ha detto...

Ma come, quindi il mou solidifica??? Non importa, sono certa che sarà comunque risultato fantastico, solo il sapore del caramello al burro salato mi manda in sollucchero!

Gloria ha detto...

Onde, io ero rimasta estasiata dalla tua coulis al burro salato!
ps: magari si è solidificato anche perchè le mie dosi non sono proprio scientificamente pasticciere!

Ago ha detto...

..:-D Gloria...magari li provo anch'io...mi hai fatto venire proprio la curiosità di assaggiarli!!! Si potrebbe provare anche con il dulce de leche...basta và che sto ingrassando solo al pensiero di queste godurie :-D

Gloria ha detto...

Mmm.. il dulce de leche rientre nella mia lista dei prossimi "to do"!

Posta un commento