lunedì 7 giugno 2010

Marmellata di fragole e timo


Che weekend faticoso! 2 giorni pieni di influenza senza riposo... sabato al lavoro e domenica invece di riposare ho deciso di dare battaglia a tutti gli afidi e formiche che si erano depositate sulle mie belle piantine, risultato: di 8 piante se sono rimaste 4, il timo, un geranio, il gelsomino e la cara lavanda. Solo che la lavanda è quasi del tutto secca (come è possibile?!?) e nel gelsomino ho notato una colonia di formiche nella terra... come le elimino in modo naturale?? Sono molto abbattuta... Si accettano consigli di ogni genere, ne ho davvero bisogno!
Ma parliamo dell'unica pianta veramente sana rimasta incolume, il timo. Volevo fare una marmellata con il classico -beh, mica tanto classico dato che il rabarbaro non si trova così facilmente! - abbinamento fragole e rabarbaro, ma non avendo trovato il rabarbaro ho pensato di usare qualche rametto di timo...  Avevo adocchiato l'abbinamento timo e fragole da Elga qualche tempo fa in una bellissima crostata, devo dire che insieme sono formano un'accoppiata vincente!

Ingredienti per 2 vasetti:
750 g di fragole
qualche rametto di timo fresco
il succo di un limone
320 g di zucchero

Lavare bene le fragole, eliminare il picciolo, asciugarle e tagliarle in quattro parti; sistemarle in un recipiente capace ed aggiungere lo zucchero e il succo di limone e lasciare riposare il tutto coperto da una pellicola in frigo per qualche ora o meglio per tutta la notte. Dopo la macerazione le fragole saranno immerse nel loro sciroppo brillante: è il momento di versare tutto in una pentola e portare a bollore, dopo di che abbassare la fiamma al minimo e continuare la cottura mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno ed eliminando la schiuma che potrebbe formarsi, per circa 30 minuti; aggiungere le foglioline di timo ben pulite, frullare il tutto con un minipimer e rimettere sul fuoco per altri 10 minuti circa o finchè non raggiunge la giusta consistenza (si può fare la prova del piattino: mettere un cucchiaio di marmellata in una piattino, aspettare qualche secondo affinchè si raffreddi ed inclinarlo, se la marmellata scivola via significa che ancora non è pronta). Quando sarà pronta, versare la marmellata ancora bollente nei vasetti già sterilizzati, chiuderli e capovolgerli finche non si saranno raffreddati.

7 commenti:

Blueberry ha detto...

Mmm, carino l'abbinamento fragola e timo, dovrò provarlo anch'io! Anzi io dovrei farlo con la melissia, ho una pianta super rigogliosa, però è piena di insettini ... :-/ e non so come fare per cacciarli, argh!!!
Comunque...farei volentieri merenda con questa bella fetta di pane e marmellata ;-)
baci

terry ha detto...

Ma che idea ....fragole e timo... ho entrambe le piante in balcone...ma non credo che quella di fragole mi dia sufficiente materiale per mamrmellare...cmq idea segnata che se compro fragole buone merita!
brava!!!...e curiamoci... che pure io ho la gola andata!!! uffffffffffffffffff!!!
il timo fa bene alla gola... quindi pure sta marmellata direi ;)

Micaela ha detto...

che buona, da provare la versione al timo! mi dispiace per la tua influenza, adesso stai meglio?? un bacione.

Tery ha detto...

Che bella scoperta il tuo blog!
Questa associazione fragole-timo è davvero molto invitante!!!

Per le formiche.... povera te!!
So che acqua e aglio uccide qualche insetto e non fa male alle piante...ma non so se funziona anche con le formiche!
In bocca al lupo!!

Edda ha detto...

Che bello vedere che anche tu hai provato quest'abbinamento profumatissimo! Adesso mi tocca provare la marmellata :-)

Gloria ha detto...

@ Blueberry: peccato per la tua pianta di melissa, se sono insetti tipo mosche bianche e afidi prova a fare un decotto di aglio oppure un intruglio di acqua, sapone di marsiglia e qualche goccia di olio di tea tree...
In effetti questa bella fetta di pane piena di marmellata era stata preparata proprio per merenda!
@ Terry: anche tu con il mal di gola?! anche il timo fa bene alla gola?! allora ho fato bene ad abusare di questa marmellata...
@ Micaela: Ancora non sto bene, ed ho una voce proprio poco femminile, ma resisto! Grazie tesoro, e ancora congratulazioni per la bellissima notizia!
@ Tery: Grazie per la visita e per il consiglio! Io ho usato acqua q aglio quando le piante avevano gli afidi, ma le formiche sono proprio toste...ora stanno invadendo anche casa!
@ Edda: è davvero un abbinamento fantastico! Grazie Edda!

Marianna ha detto...

mmmm... la fragranza del timo accostato alla fragola mi accende mille lampadine :)

Spero di trovarne perché sarei molto molto curiosa di provare a realizzarla. E magari applicarla all'evoluzione di pane, burro e marmellata che ho trovato l'altro giorno e che adesso mio figlio pretende che gli faccia praticamente un giorno sì e l'altro pure. :)
Se può interessarti è questa: http://www.aequilibrium.info/rv-ricetta.php?RicID=50

Posta un commento