lunedì 17 maggio 2010

Seppie con patate e senape


Ieri è stata una giornata tranquilla e con il cielo azzurro, una di quelle giornate che aspettavo da tempo. Approfittando della mancanza di pioggia e della presenza del sole ho deciso di fare un giro in un vivaio, per dare un tono al piccolo spazio del mio terrazzino dedicato al verde. Dopo l'atroce "lavandicidio" dell'anno scorso ho voluto riporvarci, così ho acquistato una splendida pianta di lavanda che cercherò di non far morire... insomma, non posso mica non avere la lavanda in terrazza?! Al ritorno dal vivaio sono stata costretta a subire l'enorme inquinamento acustico causato dalla vittoria dell'inter... mi vergogno un pò a dirlo, ma il suddetto inquinamento acustico proveniva anche dalla mia macchina, dato che il compagno conducente è un interista sfegato... per fortuna che ho la lavanda a consolarmi! 
Per concludere in bellezza la giornata, dopo aver costretto l'interista gioioso a stirare le sue camicie - per la serie: sfoga in modo utile la tua felicità! - mi sono messa ai fornelli, cosa che non facevo da un pò, ed ho preparato questo piatto, che ricordo di avere adocchiato qualche tempo fa sfogliando una rivista , forse un donna moderna o un cucina facile, non ricordo dove... Molto buono e semplice!

Ingredienti:
2 grosse seppie pulite
5 patate novelle
uno spicchio d'aglio
una cipolla
un bicchiere di vino bianco
6 pomodorini maturi
un cucchiaio colmo di senape all'antica - quella con i semini
olio extravergine d'oliva
sale
timo

Tritare finemente la cipolla e lo spicchio d'aglio e farli soffriggere in una padella ampia con un filo d'olio; unire poi le patate private della buccia e tagliate a pezzettini, farle insaporire per un paio di minuti ed aggiungere poi le seppie tagliate a pezzi e fare sfumare con il bicchiere di vino. Proseguire la cottura per circa 15 minuti, aggiungendo se necessario poca acqua calda; unite poi i pomodorini lavati a tagliati a metà, la senape e proseguire la cottura a fuoco dolce per altri 10 minuti circa. Quando le patate e la seppia saranno cotti togliere dal fuoco, regolare di sale ed insaporire con del timo.

6 commenti:

BreadandBreakfast ha detto...

seppie e senape sono un acostamento nuovo per me, ma mi intriga moltissimo, lo devo provare (la senape mi piace moltissimo). Grazie dell'ottimo consiglio :D

Alessandra ha detto...

Semplice, buono, efficace e godurioso. Il genere di piatto che adoro! Quel cucchiaino di senape deve starci proprio bene...
Mercoledì mi compro la lavanda pure io!!!!!!! :-)

Micaela ha detto...

carissima ti capisco, anche mio marito è interista sfegatato e mi ha fatto quasi morire d'infarto per le urla che lanciava!!! buonissime le seppie fatte in questo modo! un bacione.

Gloria ha detto...

@BreadandBreakfast: anche per me è stato un accostamento nuovo, mi ha sorpresa davvero! Pensa che fino a poco tempo fa detestavo la senape (forse perchè anni fa per sbaglio avevo scambiato il tubetto per cioccolata e l'avevo messo nel latte.. pasticci di gioventù!) ora invece mi piace molto e la uso anche per fare una sorta di vinaigrette per insalata!
@Alessandra: Grazie! Tu riesci a fare sopravvivere le piante di lavanda?! Se sì ti chiederò molti consigli...
@Micaela:Il mio lui è interista, io juventina...quindi malsopporto queste crisi isteriche di gioia... non oso immaginare cosa potrò sopportare il prossimo weekend!

terry ha detto...

come mi piace sta ricettina... adoro la senape...e il tocco sulle seppie mi ispira!
...anche io ho la lavanda..in terrazza ;)
quella che avevo messo in giardino da mia mamma è diventata enorme...stupenda...chissà che anche qui mi cresca bene...e pure la tua:) baci

Gloria ha detto...

@terry: io accetto consigli per la lavanda!

Posta un commento