giovedì 18 febbraio 2010

La torta più semplice che c'è, con vaniglia e limone


Devo essere sincera: mi aspettavo una torta diversa, più "vaporosa" ed alta. In realtà ho fatto una torta buona e semplice e morbidissima, ma forse un pò troppo compatta rispetto a quella che avevo immaginato. Non ho basi culinarie, vado sempre ad intuito, e a volte si vede... quindi chiedo aiuto: come fare per avere un torta altissima e comunque morbida?!
Rimane comunque una soffice coccola da gustare con una tazza di tè, non a merenda ma a colazione per me, considerando il fatto che sto rispettando una sorta di dieta!
Scappo, oggi ho un impegno importante...

Ingredienti:
150 g di farina 00
150 g di fecola di patate
3 uova
80 g di zucchero di canna
una bustina di cremor tartaro
la polpa di una bacca di vaniglia
la scorza di mezzo limone bio
20 cl di latte
5 cucchiai di olio extravergine d'oliva leggero e fruttato

Sbattere le uova con lo zucchero fino ad avere un composto gonfio e spumoso, aggiungere poi la farina, la fecola e il cremor tartaro setacciati, il latte e l'olio ed amalgamare gli ingredienti, raggiungendo una consistenza fluida ed omogenea; unire poi la vaniglia e lascorza grattuggiata del limone, e versare il composto in una tortiera leggeremente imburrata ed infarinata. Cuocere in forno caldo a 160° per circa 30 minuti (controllare la cottura con uno stecchino).

9 commenti:

terry ha detto...

Nella smeplicità troviamo le cose più buone, pochi sapori e ben amalgamati invece di certi che ne metton troppi e cozzano!
cmq...ti aspetto nel gruppo delle sfide ai tabù allora...che ne dici provi i bignè pure tu???...poi magari lanci tu un'idea e la si prova! :)
un abbraccio!

Micaela ha detto...

leggera leggera! mi piace! me la segno!

Carlotta ha detto...

Semplice ma credo buonissima.
Ripasserò perchè mi piace il tuo blog.
Un abbraccio

lenny ha detto...

Premetto che la trovo sufficientemente alta, ma per rispondere al tuo quesito ti dico che per le torte non sperimento mai e mi attengo scrupolosamente alle proporzioni indicate, perciò non so quanto sia attendibile la mia opinione.
Facendo riferimento al pan di Spagna che è il dolce per eccellenza in quanto ad altezza e sofficità, penso che le proporzioni della farina siano troppo alte rispetto al numero di uova, perché di solito è l'aria incorporata montando le uova che fa "crescere" i dolci (vedi il pan di Spagna senza lievito che "gonfia" grazie all'aria, incorporata montando le uova ad oltranza)

tepperella ha detto...

a me pare bellissima cosi!! ha l'aria molto soffice!! deve essere davvero buona!

Jennifer ha detto...

Mi unisco all'ultimo commento!Ma se dovessi trovar il trucco x farla crescere di piu' fammi un fischio!!!Ciao!!!!

Alex ha detto...

a me pare soffice e alta al punto giusto. Le cose semplici sono le più buone!!

Gloria ha detto...

Grazie mille a tutte!
@Lenny: sai che non ho mai fatto il pan di spagna?Grazie mille per i consigli!

Jasmine ha detto...

Ciao Gloria. Premesso che la torta sembra fantastica, secondo me avresti potuto semplicemente mescolare i rossi con la farina e lo zucchero ecc, montare i bianchi a neve e poi incorporarli nell'impasto.
Spero di esserti stata utile! :)

Posta un commento