venerdì 19 febbraio 2010

Crocchette di branzino e radicchio con polvere di arancia

 

Oggi mi sono unita al "gruppo" di Terry e Tepperella per iniziare a superare i nostri tabù in cucina. Beh, io di tabù ne ho molti in quest'ambito...
Uno dei miei mille tabù è senza dubbio il fritto, di qualsiasi genere... Gli scorsi giorni sbavavo letteralmente sullo schermo ammirando tutti i fritti sapientemente realizzati da molte foodblogger in occasione di carnevale, ma un pò per mancanza di tempo e soprattutto per incapacità non ho nemmeno provato a replicare - eppure ricordo che anni fa avevo fatto delle castagnole... mah!
Oggi ho provato a far dorare nell'olio caldo queste crocchette.... ok, forse non è un fritto in piena regola ma è pur sempre un piccolo passo di inizio!

Ingredienti:
350 g di filetto di branzino senza pelle
mezzo cespo di radicchio
un uovo
pan grattato
polvere di arancia
sale
olio extravergine d'oliva

Cuocere a vapore per qualche minuto i filetti di branzino; una volta cotti sminuzzarli con una forchetta e unirli al radicchio pulito e tagliato a listarelli sottili. Aggiungere poi l'uovo leggermente sbattuto, una punta di polvere d'arancia - qui poi la quantità varia a seconda dei gusti - circa tre cucchiai di pan grattato e regolare di sale. Prendere poco composto alla volta, formare delle crocchette e passarle nel pan grattato mischiato con mezzo cucchiaino di polvere d'arancia; dorare le crocchette in olio ben caldo per qualche minuto, asciugarle su carta assorbente e servire a tavola.

14 commenti:

manuela e silvia ha detto...

Davvero originali queste crocchette!! mai provate con il branzino, ma sono un modo diverso e gustoso per servirlo!
baci baci

terry ha detto...

Sembran quasi biscotti...che belle ste crocchette, che idea stupenda sta ricetta...ottima per farmi ingolosire di pesce!:)

Luciana ha detto...

Buone, sembrano dei dolcetti...molto originali anche nella forma....a presto Luciana

Rossella ha detto...

Complimenti per le crocchette di pesce con la polvere di arancia !!!
Condivido i timori sulle fritture....forse dovremmo iniziare a usare il termometro.
Complimenti anche per il blog !
ciao
Rossella

tepperella ha detto...

che meraviglia!! sei la moglie di capitan Findus?? ti son venute una meraviglia!! evviva hai superato un tabù!!!

Fra ha detto...

Anche io ho un rapporto di odio-amore con i fritti, detesto l'odoro che l'asciano per la casa, ma molto spesso i risultati sono delle vere e proprie golosità e queste tue crocchette non possono che confermare la mia teoria! Ogni tanto concedersi un piccolo fritto fa bene all'umore ;)
Un bacione e buona domenica
fra

dolci a ...gogo!!! ha detto...

davvero un piatto gustoso semplice e con quel tocco di originalita che sempre mi piace nei piatti!!bacioni imma

iana ha detto...

anch'io non friggo mai e ho con l'idea di farlo un rapporto un pò così... splendide le tue crocchette e con quel colore rosso poi!

Onde99 ha detto...

Anche per me il fritto è tabù... ma non credo riuscirò mai a superarlo, anche se non posso non apprezzare la doratura di certe panature croccanti...

dada ha detto...

Non sei l'unica con questo tabù e qui l'hai superato in modo egregio, brava!

Tania ha detto...

C'è poco da fare, le cose fritte sono buonissime!

Milena ha detto...

Friggo pochissimo per motivi di salute, ma le pietanze con questo tipo di cottura sono fantastiche :)

Alem ha detto...

Ho trovato il tuo blog solo oggi, e mi segno subito la ricetta!! GRazie!

Gloria ha detto...

Grazie a tutte per i commenti!

Posta un commento